Italiano

 

La continuità dell’assistenza nella pandemia COVID-19: un sondaggio globale sull’esperienza dei neo genitori e genitori in attesa.

Inizia l’indagine

 

 

Italy CRE Logos3

Back to English Language Version 

Indagine mondiale

Lo Stillbirth Centre of Research Excellence (Australia) sta coordinando una ricerca globale per capire le sfide e le preoccupazioni dei genitori che stanno aspettando un bambino o hanno recentemente partorito durante la pandemia da COVID-19. 

Vogliamo inoltre capire le esperienze dei genitori che hanno perso i loro bambini per morte intrauterina o morte neonatale dopo l’inizio della pandemia. Nel caso ti fosse successo, siamo molto vicini a te e alla tua famiglia in questo difficile momento.

Speriamo che la nostra ricerca possa contribuire a migliorare l’assistenza per le famiglie in tutto il mondo.

Questa indagine globale coinvolge partecipanti dall’Australia, dal Brasile, dal Canada, dall’Italia, dall’Irlanda, dalla Spagna, dal Regno Unito, dagli Stati Uniti e da molti atri Paesi.

world map global research study2

Chi può completare questa indagine?

Siete invitati a prendere parte a questo sondaggio, se tu o il tuo partner state attualmente affrontando una gravidanza o avete avuto un figlio dopo lo scoppio della pandemia da COVID-19, cioè dal 30 gennaio 2020 in poi.

Siamo inoltre interessati a conoscere le esperienze di coloro che, in questo periodo, hanno subito una perdita per morte intrauterina o neonatale. 

Sia le madri che i padri o i compagni delle madri sono i benvenuti a partecipare e a condividere le loro esperienze.

Il sondaggio richiederà circa 25 minuti per essere completato.

In che modo saranno usate le mie informazioni?

Se completi questa indagine le tue risposte ci aiuteranno a capire l’impatto dell’epidemia da COVID-19 sulle famiglie e i tipi di intervento che potrebbero aiutarle. Le tue risposte serviranno a identificare dove l’assistenza materna e l’assistenza al lutto potrebbero essere migliorate per i genitori durante questa pandemia. L’indagine sarà anche utile per aiutare a pianificare meglio gli interventi nel caso che una simile pandemia dovesse presentarsi di nuovo.

Le informazioni che ci fornirai in questa indagine non possono essere usate per identificarti. Non ti domandiamo di inserire il tuo nome o qualunque altra informazione personale come parte dell’indagine. Se dovessi inserire erroneamente dei dati che ti dovessero rendere riconoscibile, essi saranno cancellati.

Infine, siamo anche interessati a seguire i partecipanti per sapere come stanno affrontando la pandemia da COVID-19 e se la sua diffusione ha avuto ulteriori conseguenze su di loro o sulla loro famiglia. Alla fine di questa indagine, se vorrai essere ulteriormente contattata, potrai scegliere di lasciare il tuo nome e i tuoi dettagli così che potremo contattarti. 

Una volta che lo studio sarà finito ed inizieremo ad analizzare le risposte di questa indagine, tutti i dati saranno raggruppati e i risultati presentati in forma aggregata (non individualmente). Potrai poi consultare i risultati generali del nostro studio da questo stesso sito.

Lo Studio COCOON ha ricevuto approvazione dal comitato etico a livello del Centro Coordinatore HREC/MML/63526 (Mater Misericordiae Ltd Human Research Ethics Committee, Brisbane, Australia) e per quanto riguarda il braccio italiano, da parte della Commissione per l'Etica della Ricerca di Ateneo dell’Università degli Studi di Firenze.

 

 

Inizia l’indagine

 

 

Chi sta coordinando questa indagine in Italia?

Lo Studio COCOON in Italia è coordinato dai ricercatori del Laboratorio di Ricerca Perinatale PeaRL dell’Università di Firenze, congiuntamente costituito tra il Dipartimento NEUROFARBA (resp. Prof Alfredo Vannacci) e la Fondazione CiaoLapo ETS (resp. Dott.ssa Claudia Ravaldi).

Per qualsiasi domanda o esigenza puoi contattare il coordinatore scientifico del progetto Prof. Alfredo Vannacci (alfredo.vannacci@unifi.it) o il responsabile tecnico del Laboratorio Ing. Roberto Bonaiuti (roberto.bonaiuti@unifi.it).

Informazioni e servizi di supporto in Italia

Per una informazione aggiornate sulle misure attualmente in atto in Italia per il contenimento dell’emergenza COVID-19 visita la pagina del Ministero della Salute

In caso di sintomi o dubbi, rimani in casa, non recarti al pronto soccorso o presso gli studi medici ma chiama al telefono il tuo medico di famiglia, il tuo pediatra o la guardia medica.

Oppure chiama il numero verde regionale che puoi trovare a questa pagina.

Gravidanza e allattamento

Per informazioni su gravidanza e allattamento in Italia durante la pandemia puoi visitare i seguenti siti:

Sostegno in caso di perdita in gravidanza o dopo il parto

Se hai bisogno di informazioni, sostegno o supporto, per te o per un tuo familiare a seguito della perdita di un bambino durante la gravidanza o dopo il parto, puoi rivolgerti alla Associazione CiaoLapo ETS (www.ciaolapo.it), tra i promotori di questa indagine, la quale mette a disposizione dei cittadini una rete di volontari, gruppi di autoaiuto moderati e professionisti specificamente formati sulla perdita perinatale.

Se hai bisogno di informazioni o supporto specifici sul tema COVID-19 e perdita in gravidanza puoi scrivere una email all’indirizzo covid@ciaolapo.it.

Grazie per aver considerato la possibilità di partecipare a questo studio. Se desideri partecipare, prosegui alla pagina successiva nella quale troverai la descrizione dell’indagine ed i moduli per esprimere il tuo consenso informato.

Per ulteriori informazioni sull’Indagine Globale COCOON e su chi contattare per gli altri Paesi partecipanti, seleziona “English” in cima a questa pagina e indica il Paese di interesse.